Temperatura termosifoni

temperatura termosifoni

Quando arriva il freddo, irrimediabilmente la temperatura termosifoni si alza.
Ma non tutti sanno che prima dell’ordinanza anti-smog di alcuni sindaci, esisteva già una legge nazionale che impone di mantenere una temperatura nelle abitazioni e nei locali di 22 gradi, con una tolleranza massima di due gradi in più.

Naturalmente, come tutti i decreti legislativi, c’è sempre chi non rispetta le regole, impostando la temperatura termosifoni a 30 gradi se non oltre.

Indice:

Temperatura termosifoni, quanta energia per regolarli

L’inverno, naturalmente, come tutti gli anni arriverà e la temperatura termosifoni avrà un ruolo importante nell’inquinamento ambientale.
I meteorologi hanno già notato che l’autunno sarà molto caldo, ma dopo le temperature subiranno un brusco calo in tutto il paese, portando neve, freddo e i relativi problemi legati ad esso.

Per difendersi da ciò la popolazione italiana, come ogni anno, utilizzerà il caldo tepore della temperatura dei radiatori.

Però è molto importante sapere come evitare di sprecare energia, ma soprattutto come riuscire ad inquinare meno, riuscendo così a salvaguardare salute e denaro.
Innanzitutto è importante sapere che non bisogna superare una data temperatura termosifoni.

20 gradi la temperatura ideale dei termosifoni

Mai sopra i 20 gradi, la legge impone la temperatura dei termosifoni

La normativa italiana, obbliga ogni utilizzatore ad impostare la temperatura termosifoni a 20 gradi, con un massimo di due gradi di tolleranza.

Questo vale per le case private, gli uffici, le scuole e tutti gli edifici simili. Invece è differente in quelle strutture che si occupano di svolgere attività industriali, artigianali e simili arrivando ad un limite massimo di 18 gradi.

Infatti dopo approfonditi studi da parte di coloro che si occupano del comfort climatico, è stato appurato che sono queste le temperature adatte per affrontare la stagione invernale durante le attività quotidiane e lavorative.

Dunque è molto importante non superare la temperatura caloriferi imposta dalla legge, in quanto è proprio questo che incide molto sull’inquinamento atmosferico che colpisce molte grandi città italiane, favorendo l’insorgere di influenze stagionali e altri problemi di salute, specialmente per colpa della differenza tra la calda temperatura termosifoni interna e il gelo all’esterno.

temperatura termosifoni giusta , 20 gradi

Temperatura termosifoni: quante ore di accensione servono

È fondamentale rispettare i limiti imposti dalla legge per quanto riguarda le ore di accensione e la temperatura termosifoni.

Sono due i decreti legislativi che regolano la materia:

  • il D. L. 412 del 1993
  • il D. L. 551 del 1999

Questi due decreti suddividono l’intera penisola italiana in sei zone climatiche:

  • Fascia A
  • Fascia B
  • Fascia C
  • Fascia D
  • Fascia E
  • Fascia F

In base alla zona in cui ci si trova, si presenta una diversa temperatura radiatori, precisamente definendole giornalmente definendo questa tecnica gradi-giorno. Ogni fascia ha una normativa ad hoc per limitare il tempo di utilizzo e la temperatura caloriferi di tutti i giorni.

Per esempio Catania si trova nella fascia B, ed essendo nella zona più calda dell’Italia quindi il freddo arriva più tardi, i termosifoni possono essere accesi dal 1 dicembre al 31 marzo, per un massimo e non oltre le 8 ore giornaliere.

Molto diverso al nord, come ad esempio a Milano che rientra nella fascia E, e i radiatori si possono accendere dal 15 ottobre fino al 15 aprile, per massimo 14 ore giornaliere.

Ancora più su verso i confini italiani, precisamente nella fascia F a Trento, non esistono limiti per l’accensione dei termosifoni, in quanto il freddo rigido permane quasi per tutto l’anno.

ore accensioni termosifoni

Temperatura termosifoni e Comuni italiani

Le uniche eccezioni che colpiscono queste legislazioni sulle temperature termosifoni, possono essere indotte dall’amministrazione comunale del Comune di appartenenza.

Infatti esso può emanare delle ordinanze in grado di modificare queste dure leggi nazionali, in caso di situazioni gravi di emergenza, oppure restrittive per colpa dell’inquinamento ambientale.

È proprio per colpa dello smog che al nord ogni anno viene stabilito un abbassamento della temperatura radiatori nelle abitazioni e negli uffici.

In particolare questi provvedimenti vengono presi in Lombardia, precisamente a:

  • Mantova
  • Pavia
  • Assago
  • Saronno
  • Cantù

In questi comuni è stato indicato l’obbligo di ridurre la temperatura termosifoni in modo tale da contrastare la pericolosa emergenza smog.

GENIALENERGY a proposito di inquinamento si impegna a creare soluzione energetiche ecologiche per le abitazioni.

Creando sistemi fotovoltaici e sistemi per sfruttare al meglio l’acqua calda e cappotti termici, capaci di ridurre al minimo l’inquinamento ambientale prodotto dalle abitazioni e dalle industrie. Tutto ciò utilizzando le fonti rinnovabili e riducendo a zero gli sprechi.